Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_sofia

Borse Di Studio

 

Borse Di Studio

BORSE DI STUDIO OFFERTE DAL GOVERNO ITALIANO A STUDENTI STRANIERI E CITTADINI IRE
BANDO a.a. 2016-17

I. Introduzione
Le borse di studio sono offerte ai cittadini stranieri e italiani stabilmente residenti all’estero (IRE) e mirano a favorire la cooperazione culturale internazionale e la diffusione della conoscenza della lingua, della cultura e della scienza italiana, favorendo inoltre la proiezione del settore economico e tecnologico dell’Italia nel resto del mondo. La lista dei Paesi stranieri i cui cittadini possono candidarsi è consultabile alla pagina “Borse di studio per stranieri e italiani residenti all’estero” del sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI): http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/stranieri/opportunita/borsestudio_stranieri.html
Apposite borse di studio (denominate borse IRE) sono previste per gli italiani stabilmente residenti all’estero solo per i seguenti Paesi: Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Eritrea, Etiopia, Guatemala, Messico, Perù, Sud Africa, Tunisia, Uruguay e Venezuela.
Dalle borse IRE sono esclusi i dipendenti, di cittadinanza italiana, di Uffici della Pubblica Amministrazione italiana, nonché i loro familiari anche se residenti temporaneamente all’estero.
Le borse di studio sono offerte per svolgere programmi di studio, formazione e/o ricerca presso istituzioni italiane statali o legalmente riconosciute: l’elenco è disponibile sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) http://www.istruzione.it/web/universita/home
Non possono essere concesse borse per la frequenza di corsi presso: 
- Istituzioni straniere (università, accademie, biblioteche, scuole di qualsiasi natura), anche se ubicate in Italia; 
- Centri o laboratori di ricerca privati non riconosciuti.
Il MAECI conferisce inoltre borse di studio a studenti stranieri impegnati in attività di studio previste da cosiddetti “Progetti Speciali” (si veda la specifica sezione riservata a tali progetti nella pagina http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/stranieri/opportunita/borsestudio_stranieri.html)

II. Durata e periodo di utilizzo della borsa di studio
Le borse possono avere la durata di 3, 6 o 9 mesi.
Per Corsi di aggiornamento/formazione per docenti di lingua italiana sono concesse borse per la sola durata di 1 mese.
Decorrenza della borsa: non prima del 1 ottobre 2016 e non oltre il 30 settembre 2017 per i seguenti corsi:
- Corsi universitari di Laurea Triennale (1° ciclo - L) e Laurea magistrale a Ciclo Unico (LMCU);
- Corsi universitari di Laurea specialistica/Magistrale (2° ciclo);
- Dottorati di Ricerca;
- Scuole di Specializzazione;
- Corsi di alta formazione professionale, artistica e musicale (AFAM), Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona; Scuola di Alta Formazione e Studio (SAF) dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR) e Scuola Nazionale di Cinema.
Decorrenza della borsa: non prima del 1 gennaio 2017 e non oltre il 30 settembre 2017 per i seguenti corsi:
- Corsi avanzati di lingua e cultura italiana;
- Corsi di aggiornamento/formazione per Docenti di lingua italiana;
- Corsi di Master di I e II Livello;
- Progetti di Studio in co-tutela.
Nel quadro del “Trattato di Amicizia Italia-Libia” le borse per cittadini libici avranno una durata di 12 mesi con decorrenza dal 1 ottobre 2016.
Informazioni dettagliate riguardanti l’offerta di borse di studio potranno essere richieste alla Rappresentanza Italiana o all’Istituto Italiano di Cultura presenti nel Paese di provenienza del candidato (http://www.esteri.it/mae/it/ministero/laretediplomatica/). Non è prevista la concessione di biglietti aerei, tranne che per i borsisti cileni. Per tutte le informazioni relative, si rimanda alla Rappresentanza Italiana in Cile.

III. Corsi per i quali è possibile chiedere una borsa di studio e titoli di studio richiesti.
Non possono essere concesse borse di studio per:
- Corsi singoli
- Ricerche individuali
- Corsi universitari di laurea Triennale (1° ciclo) o a ciclo unico, ad eccezione dei rinnovi (cfr. §III.A) e degli studenti kenyoti dell’Università di Garissa beneficiari di borsa di studio MAECI nell’a.a. 2015-16, in deroga a quanto previsto al §III.A.
Le borse sono concesse per le seguenti tipologie di corsi:
A. Corsi universitari di Laurea Triennale (1° ciclo - L) e Laurea magistrale a Ciclo Unico (LMCU) – SOLO RINNOVI
Decorrenza: non prima del 1 ottobre 2016
Requisiti:
 Questa tipologia di borsa è riservata ai candidati che nell’a.a. 2015-16 hanno fruito di una borsa di studio MAECI per la frequenza di un corso di Laurea Triennale o di un Corso di Laurea a Ciclo Unico, e che per l’a.a. 2016-17 si iscrivano al terzo anno della laurea triennale o almeno al terzo di una laurea a Ciclo Unico.
La concessione del rinnovo resta comunque subordinata alla verifica del rendimento accademico e dello status ‘in corso’.
B. Corsi universitari di Laurea specialistica/Magistrale (2° ciclo).
Decorrenza: non prima del 1 ottobre 2016
Requisiti:
 per potersi iscrivere al primo anno di un corso laurea di 2° ciclo in Italia, il candidato deve aver concluso un ciclo di studi di 1° livello; per potersi iscrivere al secondo anno, il candidato dovrà essere in regola con gli esami dell’anno precedente.
C. Corsi di Master di I e II Livello.
Decorrenza: non prima del 1 gennaio 2017
Requisiti:
per potersi iscrivere il candidato deve possedere i titoli d’accesso previsti dal Master prescelto.
È responsabilità del candidato accertarsi dell’effettiva attivazione del master, del calendario e delle modalità d’accesso, avendo cura di prendere contatto con l’Istituzione prescelta. Inoltre, se il corso prevede un periodo di studio in un paese diverso dall’Italia, il pagamento della borsa sarà interrotto per detto periodo.
N.B. Può capitare che un master non venga infine attivato o che venga attivato con ritardi anche notevoli. La borsa verrà erogata solo in caso di attivazione del master e solo per il periodo per il quale lo studente risulta regolarmente iscritto.
D. Dottorati di Ricerca.
Decorrenza: non prima del 1 ottobre 2016
Requisiti:
per potersi iscrivere il candidato deve possedere i titoli d’accesso previsti dal Dottorato prescelto.
È responsabilità del candidato accertarsi dell’effettiva attivazione del dottorato, del calendario e delle modalità d’accesso, avendo cura di prendere contatto con l’Istituzione prescelta.
N.B. Può capitare che un dottorato non venga infine attivato o che venga attivato con ritardi anche notevoli. La borsa verrà erogata solo in caso di attivazione del dottorato e solo per il periodo per il quale lo studente risulta regolarmente iscritto.
E. Scuole di Specializzazione.
Decorrenza: non prima del 1 ottobre 2016
Requisiti:
per potersi iscrivere il candidato deve possedere i titoli d’accesso previsti dalla Scuola di Specializzazione prescelta.
È responsabilità del candidato accertarsi dell’effettiva attivazione del corso di Specializzazione, del calendario e delle modalità d’accesso, avendo cura di prendere contatto con l’Istituzione prescelta.
Sono categoricamente escluse tutte le Specializzazioni relative alle discipline mediche (cfr. D. Lgs. 08.08.1991 n. 257).
F. Progetti di Studio in co-tutela.
Decorrenza: non prima del 1 gennaio 2017
Requisiti:
per poter concorrere per questa tipologia di borsa, il candidato dovrà allegare il programma di ricerca previsto e le lettere di accettazione da parte dell’istituzione ospitante ed il nominativo del Docente Tutor della ricerca (e-mail e contatti telefonici).
Tali borse saranno assegnate per attività di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, (CNR), l’Istituto Superiore di Sanità o altri Enti statali universitari, museali, archivistici.
G. Corsi di alta formazione professionale, artistica e musicale (AFAM), Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona; Scuola di Alta Formazione e Studio (SAF) dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR) e Scuola Nazionale di Cinema.
Decorrenza: non prima del 1 ottobre 2016
Requisiti:
 per potersi iscrivere alle Istituzioni AFAM e alla Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona il candidato deve aver concluso un ciclo di studi di scuola media superiore valido in loco per l’accesso alle Accademie o ai Conservatori statali o legalmente riconosciuti. È responsabilità del candidato prendere contatto con l’Istituzione prescelta e accertarsi degli eventuali altri requisiti d’accesso. L’elenco delle Istituzioni AFAM è disponibile sul sito del MIUR http://www.afam.miur.it/argomenti/istituzioni.aspx
 per potersi iscrivere alla SAF dell’ISCR o alla Scuola Nazionale di Cinema, il candidato deve aver concluso un ciclo di studi di scuola media superiore. L’iscrizione è subordinata al superamento di prove di ammissione. È responsabilità del candidato accertarsi del calendario delle prove, e, più in generale, delle modalità e dei requisiti d’accesso richiesti.
H. Corsi avanzati di lingua e cultura italiana (durata 3 mesi).
Decorrenza: non prima del 1 gennaio 2017
Requisiti:
per poter concorrere per questa tipologia di borsa, il candidato deve aver superato nel Paese di provenienza almeno un esame universitario di lingua italiana.
Qualora nel paese di provenienza non siano attive cattedre di italianistica, la Rappresentanza Italiana potrà in ogni caso procedere alla selezione dei candidati evidenziando nella redazione del Verbale la non operatività di cattedre di italianistica nel Paese.
I corsi dovranno concludersi con l’acquisizione di una certificazione tipo CILS, CELI, PLIDA o IT Roma Tre, almeno di livello B1.
Le borse sono concesse solo per corsi della durata di tre mesi.
Le borse non sono concesse per corsi di lingua di livello iniziale.
Si segnala che i corsi di lingua prevedono tasse d’iscrizione mensili: i borsisti potranno fruire di uno sconto, e non dell’esenzione totale.
È responsabilità del candidato verificare il calendario dei corsi (mesi di inizio) e l’ammontare dei costi sui siti delle università.
I. Corsi di aggiornamento/formazione per Docenti di lingua italiana (durata 1 mese).
Decorrenza: non prima del 1 gennaio 2017
Requisiti:
la borsa per questa tipologia di corso è riservata ai docenti stranieri che possano documentare l’attività di insegnamento della lingua italiana (LS) presso il Paese di provenienza.
Per questa tipologia di corsi sono concesse borse di 1 mese.
Si segnala che i corsi di lingua prevedono tasse d’iscrizione: i borsisti potranno fruire di uno sconto, e non dell’esenzione totale, come di norma può avvenire per gli altri corsi.
Non tutte le università attivano corsi di aggiornamento/formazione per docenti di lingua italiana. Si prega pertanto di verificarne l’attivazione, il calendario e l’ammontare delle tasse direttamente sui siti delle università.
Sono ammesse le richieste di rinnovo per la prosecuzione o il completamento di un corso di studi pluriennale (Corsi di Laurea, Specializzazioni, Master, Dottorato di ricerca). La concessione del rinnovo è subordinata alla rigorosa verifica del rendimento accademico e della regolarità del percorso di studi. Si escludono pertanto i cosiddetti ‘fuori corso’ ovvero coloro i quali abbiano superato la durata legale del corso o che non siano in regola con gli esami di profitto previsti per ciascun anno accademico.
Di norma gli assegnatari di borse di studio offerte dal Governo italiano (tramite il MAECI) sono esonerati dal pagamento delle normali tasse di iscrizione e dei contributi universitari, in accordo con la normativa vigente, art. 9 comma 3 del D. Lgs. 29 marzo 2012 n. 68:
“3. Le Istituzioni e le università esonerano totalmente dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari gli studenti stranieri beneficiari di borsa di studio annuale del Governo Italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici e dei relativi programmi esecutivi. Negli anni accademici successivi al primo, l’esonero è condizionato al rinnovo della borsa di studio dal parte del Ministero degli Affari Esteri, nonché al rispetto dei requisiti di merito di cui all'articolo 8, comma 2, preventivamente comunicati dall’Università o dall’Istituzione di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica al Ministero degli Affari Esteri.”
Si segnala, tuttavia, che le Università, nell’ambito della loro autonomia finanziaria e contabile, possono non accordare tale esenzione.
Si raccomanda pertanto di acquisire preventivamente le informazioni circa le eventuali tasse e contributi da corrispondere.

IV. Altri Requisiti richiesti
- Titolo di studio utile all’iscrizione presso l’Istituzione prescelta (vedi §.III).
- Conoscenza della lingua italiana: per potersi candidare è necessaria un’adeguata conoscenza della lingua italiana, che dovrà essere certificata da un attestato di livello intermedio o B2 (per es. CILS B2, CELI 3, PLIDA B2 oppure INT.IT Roma Tre) o da un attestato di competenza linguistica equivalente rilasciato da un Ente o scuola di lingue locale (ad es. Istituto Italiano di Cultura, Sezione della Dante Alighieri etc.).
Si segnala, tuttavia, che:
- per l’iscrizione ai corsi avanzati di lingua e cultura italiana (§III.H), i candidati dovranno possedere un certificato di conoscenza di lingua italiana, o dichiarazione equivalente, almeno di livello A2;
- per l’iscrizione a corsi universitari che si svolgono interamente in lingua inglese non è richiesta la conoscenza della lingua italiana.
- Limiti d’età: Non possono essere accolte domande di borsa di studio presentate da candidati di età superiore ai 35 anni alla data di scadenza del presente bando, pertanto vanno esclusi i candidati che siano nati prima del 15 aprile 1981. Il limite di età di 35 anni viene elevato a 45 anni per le candidature di docenti di lingua italiana, che intendano frequentare Corsi di aggiornamento/formazione per docenti di lingua italiana. In questo caso pertanto vanno esclusi i candidati che siano nati prima del 15 aprile 1971.
In nessun caso le borse potranno essere assegnate a candidati che non abbiano compiuto 18 anni alla data di scadenza del bando (pertanto vanno esclusi i candidati che siano nati dopo il 15 aprile 1998).
- Regolarità del corso di studio: non possono essere accolte domande di borsa di studio presentate da candidati che abbiano superato la durata legale del corso di studi previsto, i cosiddetti “fuori corso”.
V. Università in convenzione
Si segnala che per l’a.a. 2016-2017 il MAECI ha sottoscritto apposite convenzioni con alcune Università italiane, al fine di facilitare l’inserimento di studenti stranieri beneficiari di borse di studio, e di snellire la procedura amministrativa di erogazione. I borsisti che frequentano dette Università riceveranno le mensilità dovute con procedura semplificata ed abbreviata, direttamente dall’Università (vedi ‘Regolamento del Borsista’).
Gli Atenei in convenzione sono:
Politecnico di Milano; Politecnico di Torino; Università Ca’ Foscari di Venezia; Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano; Università degli studi di Torino; Università degli studi di Milano; Università degli studi di Bologna; Università degli Studi della Tuscia – Viterbo; Università degli studi di Roma Tor Vergata; Università Roma Tre; Università per stranieri di Perugia; Università per stranieri di Siena; Università per stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria.
VI. Candidature
- Come candidarsi: lo studente dovrà candidarsi attraverso il formulario “Borse on line” disponibile, previa registrazione, sul sito web del MAECI (colonna destra della pagina 
http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/stranieri/opportunita/borsestudio_stranieri.html)
- Data di scadenza per tutte le candidature: il termine ultimo di trasmissione telematica della candidatura on-line ‘definitiva’ è fissato a mezzanotte (ora italiana) del 15 aprile 2016. Tutti i candidati saranno informati della ricezione della loro candidatura.

VII. Selezione dei borsisti
La selezione dei borsisti è condotta dalle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese di provenienza del candidato da uno specifico Comitato.

VIII. Copertura assicurativa medica
I borsisti, per la sola durata della borsa di studio, godranno di un’assicurazione sanitaria per la copertura di eventuali spese per malattie o infortuni.

IX. Incompatibilità
È vietata la contemporanea fruizione della borsa di studio MAECI e di un’altra borsa di studio offerta dallo Stato italiano.
Per ulteriori informazioni riguardanti doveri e responsabilità del borsista in Italia si rimanda al Regolamento del borsista (colonna destra della pagina http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/stranieri/opportunita/borsestudio_stranieri.html)


60